A seguito di alcune notizie che ci sono pervenute, l’Associazione Divieto di Noia, desidera chiarire alcune imprecisioni nell’esporre i fatti riguardanti la CenArancio, edizione 2015:

1- La cena è stata organizzata e patrocinata dal Comune di Venaria Reale, Fondazione Via Maestra, in collaborazione con Proloco Altessano Venaria e gruppo Creativa Sintonia che ha presentato il progetto, poi sviluppato in sinergia con le altre associazioni con il nome “DIVIETO DI NOIA”

2-Si precisa che non voleva essere la copia di altre cene simili, tanto più che alcune cene sono organizzate ogni volta in un luogo diverso, altre non prevedono intrattenimento musicale, e non forniscono tavoli sedie ecc… ecc…, non è esclusiva di nessuna città in particolare o paese, e non prevedono la premiazione in merito all’allestimento del tavolo più originale

4- Il colore arancio e verde rappresenta i colori di Venaria Reale. L’appuntamento vuole essere un esclusivamente Venariese, con un concorso per premiare l’allestimento più originale. È stato creato un premio come riconoscimento a due persone che si sono distinte nella nostra città, proprio per l’opera di volontariato svolta

5- E’un appuntamento tra Associazioni, Cittadini e Istituzioni

6- Deve essere riproposto, solo ed esclusivamente, nel territorio di Venaria Reale

7- Non ha caratteristiche particolari, se non passare una serata insieme cenando, con i colori che contraddistinguono la nostra città

9- A differenza di alcune altre cene, il contributo richiesto ai partecipanti copre le spese sostenute per le spese vive, come tovaglie, sedie, copri sedie, pratiche Siae, contributo spese per i musicisti o dj set ed allestimenti della piazza

10- Non è stato chiesto alcun rimborso spese al Comune né per la Cena né per l’Associazione Divieto di Noia

11-   I contributi raccolti sono stati versati direttamente alla Fondazione Via Maestra, che ha redatto il bilancio finale dell’evento, comunicandolo a tutti i partecipanti all’organizzazione, compreso ufficio eventi del Comune

12- Durante la serata vi è stato un intrattenimento musicale, aperto a tutti, anche ai non partecipanti alla cena, quindi, non a pagamento

Vi preghiamo prima di diffondere notizie relative alla nostra associazione di verificarne la veridicità alla fonte.

Edizione 2016

La II° edizione della CenArancio sarà organizzata nel mese di luglio come chiusura dell’estate Divieto di noia.

Il regolamento della CenArancio è il seguente:

1- Si vuole mantenere la riconoscibilità e la territorialità, di un evento organizzato da un’associazione esclusivamente Venariese in collaborazione con i cittadini e le associazioni, ed eventualmente con richiesta di patrocinio all’amministrazione in carica

2- Non vi è un regolamento specifico per la partecipazione, se non la buona educazione e la condivisione dei valori dell’associazionismo in quanto tale

3-Se si dovessero intravedere strumentalizzazioni da parte di chiunque, voglia creare antagonismo con la CenArancio, si preferirà saltare l’edizione in quanto non fa parte del modus operandi dell’associazione creare divisioni, ma bensì fare unione del bene comune

4-Non percepiamo alcun contributo da parte dell’amministrazione, sia per l’associazione che per la CenArancio per la linea e lo scopo sociale che si è voluto scegliere, sin dalla costituzione di Divieto di Noia

Il logo  CenArancio è registrato dall’associazione Divieto di Noia, presso la Camera di Commercio di Torino. Divieto di Noia non è affiliata e non intende affiliarsi ad altre associazioni che organizzino altre cene, rimanendo fedele al proprio territorio.

Il direttivo Divieto di noia

comunicatostampa

cenarancio chiarimenti

comunicatostampa